domenica, Novembre 22, 2020
Home Marketing & Design Marketing editoriale: il mestiere dei Book Influencer

Marketing editoriale: il mestiere dei Book Influencer

Nel mondo dell’editoria, in linea con l’espansione dell’uso dei social network, è nata una nuova figura: il book influencer.

Questa professione ha acceso un fervente dibattito tra chi la ritiene una professione del nulla e chi invece ne riconosce la capacità di poter influenzare le decisioni di acquisto dei lettori. Secondo l’ultimo report dell’osservatorio di lettura e consumi dell’AIE[1], la percentuale di persone che si affidano al mondo dei social per la scelta dei libri da leggere è in forte crescita.

Le case editrici, soprattutto quelle piccole e medie, trovano in questa nuova figura una modalità per raggiungere un numero sempre maggiore di persone con modesti investimenti di budget.[2]

In generale, gli influencer riescono a condizionare le scelte di acquisto dei loro follower, soprattutto grazie alla loro reputazione, alla loro autorevolezza e alla presenza sui social.[3]

I book influencer lavorano secondo diverse modalità: c’è chi si focalizza sui contenuti utilizzando il blog, chi consiglia solo determinati generi di libri, chi si concentra su un particolare social, chi enfatizza la parte visiva delle copertine, chi si occupa solo del mondo editoriale e chi invece fa incursioni anche in altri settori.[4]

Non è, come molti pensano, una professione che si possa improvvisare: i book influencer devono leggere molto, puntare sulla competenza, distinguersi dagli altri trovando uno stile che li caratterizzi, parlando di libri in modo creativo e originale.[5]

È sufficiente fare una veloce   per rendersi conto di quanto questo fenomeno, anche in Italia, si stia sviluppando. Esistono diversi profili Instagram, canali YouTube e blog che sono dedicati a questa nuova professione che, in sinergia con le case editrici, può essere di aiuto al mondo editoriale e incoraggiare sempre più persone alla lettura.[6]

Chiara Gradassi


RIFERIMENTI:

[1] Associazione Italiana Editori, Rapporto sullo stato dell’editoria in Italia, 2019

[2] Il Giornale della libreria, Il successo dei book influencer. Quali sono le strategie vincenti? https://www.giornaledellalibreria.it/news-curiosita-il-successo-dei-book-influencer-quali-sono-le-strategie-vincenti-4059.html

[3] Garbellini L., Professione influencer. Come si diventa “primi attori” del Web e di Instagram e come le aziende lavorano con questi protagonisti, Tecniche nuove Editore, Milano, 2018

[4] Il Giornale della libreria, Il successo dei book influencer. Quali sono le strategie vincenti?

[5] L’eco della Stampa, Book Blogger, chi sono influencer dei libri? https://blog.ecostampa.it/book-blogger-chi-sono-gli-influencer-dei-libri/

[6] Martorelli I., Tesi di Laurea in Teorie e tecniche dei media digitali. Influencer dell’editoria: dal Blog a Instagram, Corso di Laurea Triennale in Beni culturali e discipline delle arti e dello spettacolo, Università degli Studi di Salerno, Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale, 2018

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Valerio Todini: studente amato

Giovane talentuoso autore, ci ha lasciato. Un ragazzo speciale, curioso e creativo, dalle scelte audaci e non scontate. L’Istituto Armando Curcio si stringe al cordoglio della...

Fakecracy e over-verità: la “pseudoconoscenza”

Fakecracy e over-verità: facce della stessa medaglia La nostra era sembra essere il prodotto della post-verità, ossia una verità che rifiuta la certezza dei dati...

Il racconto del virus: da infopandemia a pancomunicazione

Il Coronavirus rappresenta il grande nemico che il mondo sta affrontando in questi ultimi mesi. Una questione che si dirime tra misure mediche emergenziali...

Mantenimento e rottura di un legame affettivo

«L’amore è l’unico modo per cogliere un altro essere umano nel nucleo più intimo della sua personalità» (Frankl, 2012). La ricerca di un senso e...

Recent Comments

Questo contenuto è protetto, condividilo con i pulsanti di condivisione. Grazie!