Nuovi metodi di comunicazione

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Raccogliere, elaborare e trasmettere informazioni sono da sempre esigenze dell’essere umano e forme di comunicazione sociale.

Se si analizza il giornale cartaceo è stato notato che ne esistono di molti generi, un tipo viene ad esempio distribuito gratuitamente nelle grandi città e c’è poi il classico quotidiano che si compra in edicola.

Tra i  due giornali esistono sostanziali differenze contenutistiche ed informative, perché il primo si concentra molto su tematiche di interesse del cittadino, cioè  ha un carattere più “metropolitano” , mentre il secondo si occupa prevalentemente di enunciare ed approfondire i grandi temi di attualità.

Ci sono poi altre differenze che riguardano ad esempio la carta utilizzata, che nel primo caso è molto economica, oppure lo stile e il lessico che nei grandi quotidiani vuole essere particolarmente curato.

La comunicazione giornalistica è molto cambiata dagli esordi e negli ultimi decenni ha perso la sua funzione di prima fonte di informazioni dato il vasto utilizzo di internet e dei social network che riescono a diffondere i fatti con grande rapidità.

Di recente il giornalismo si è infatti sviluppato on line; oggi internet svolge una funzione di autentica agorà mediatica e nel suo spazio immenso sono nati altri nuovi mezzi di espressione come i      social media o il live blogging.

L’utilizzo degli strumenti informatici ha cambiato il sistema di pubblicazione delle notizie anche perché si è passati da una comunicazione one to many ad una many to many dove sono in tanti a voler far sentire la loro voce e in molti ad ascoltare.

Una maggior quantità di notizie non corrisponde però sempre ad un loro miglioramento qualitativo; un presupposto della buona comunicazione potrebbe quindi essere la capacità del giornalista di distinguere il vero dal falso e l’abilità del lettore nel riuscire a destreggiarsi nel flusso di notizie in cui si trova costantemente immerso.

 

Anna Maria Grattarola

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo contenuto è protetto, condividilo con i pulsanti di condivisione. Grazie!